Champagne

//Champagne

Tra le grandi regioni francesi del vino, la Champagne vanta un territorio straordinario per clima e suoli, diventato icona di stile ed eleganza nel mondo.Parte della fortuna di questa regione è legata ai terreni ricchi di calcare e di fossili, che incidono fortemente sugli aromi dei vini. Le quattro zone di produzione dello Champagne sono Côte des Blancs, Vallée de la Marne, Montagne de Reims e Aube per un’estensione complessiva di 35 mila ettari vitati. Pinot Noir, Pinot Meunier e Chardonnay sono i tre vitigni dello Champagne, che danno origine alla cuvée classica, anche se è possibile trovare interpretazioni in purezza di ciascun vitigno. Questo significa che gli abbinamenti con i vari Champagne sono pressoché infiniti, dall’aperitivo alle carni, a seconda della tipologia, dei vitigni utilizzati e dell’affinamento. Pasteggiare a Champagne, d’altra parte, è uno dei grandi piaceri della vita. Con un abbondante antipasto all’italiana o con dei finger food ai gamberi, vi suggeriamo di stappare un elegante Brut Blanc de Blancs, ideale come Champagne d’apertura. Passando ai primi, come un risotto con pasta di salame, delle lasagne e dei cannelloni ai quattro formaggi, un buon compromesso può essere uno Champagne Brut Rosé, mentre se i piatti sono a base di crostacei andate dritti verso uno Champagne Extra Brut Blanc de Blancs, sapido al punto giusto. Passando ai secondi tutto si gioca sui condimenti e la struttura delle preparazioni: con una trota cucinata molto semplicemente potete abbinare un Extra Brut, mentre se scegliete una preparazione più complessa, come un saporito baccalà mantecato con polenta, dovete andare su Champagne più evoluti, come un Extra Brut Grand Cru.

  • Giallo paglierino brillante con perlage fine e persistente. Delicato al naso, lascia percepire fragranze floreali e fruttate, seguite da lievi note di burro e vaniglia, e da sfumature agrumate. L’assaggio è fresco, rotondo e vinoso, ampio e vivace ma comunque equilibrato fino alla chiusura.
  • Color giallo paglierino brillante, con perlage fine. Il naso si esprime su aromi intensi di frutta a polpa bianca (pera matura) e di fiori bianchi. In bocca, il vino si slancia con grande freschezza, distendendosi con equilibrio e armonia. Chiude con eleganza su delicati aromi fruttati.
  • Colore giallo oro paglia, con bollicine morbide e fine. I primi aromi che si odorano sono agrumi come il lime ed il pompelmo, dovuti alla presenza dello Chardonnay. Successivamente il naso viene invaso da profumi di frutta rossa come i lamponi e le ciliegie dovuti alla percentuale di Pinot Nero presente nel vino. Sul finale invece, si percepiscono note di frutta secca e frutta esotica grazie al Pinot Meunier. Al palato il gusto è pieno, avvolgente e fresco. E' uno Champagne molto elegante, complesso ed equilibrato.
  • Champagne piacevole e complesso con aromi espressivi estratti dalle uve Pinot Meunier: al naso una combinazione di toni caldi di prugna e note minerali di miele, con sentori di viola. Al palato: composta e miele. La struttura è armoniosa, proprio come le composizioni musicali che lo champagne è cresciuto ascoltando.
  • Lo Champagne Rosè Brut "Theodorine" di Michel Loriot si presenta alla vista con un color rosa salmone perlage fine e persistente. Al naso fruttato con note di fragola e lampone, sentori floreali. Al palato è fresco, sapido, di buon corpo e ottima persistenza.
  • Attacco garbato ma deciso al palato. In perfetta armonia con il profumo, gli aromi di fiori e frutti bianchi apportano un'estrema freschezza che si sposa perfettamente alle note piene e rotonde degli accenti dolci di pasticceria viennese (torta alle Mirabelle, torta di mele). Un dosaggio sapiente equilibra perfettamente vivacità e untuosità in bocca.  
  • Il Dom Pérignon Vintage 2009 sviluppa un naso dalle fragranze di guiava e di scorza di pompelmo verte speziato, alle quali si aggiungono delle note di frutta a nocciolo, di pesca bianca e di nettarine. Dopo una leggera areazione, il vino svela dei tocchi di vaniglia e di brioche calda sottilmente tostata. In bocca, il vino si mostra fruttato, maturo, carnoso e di una grande profondità. Ricco e voluttuoso, il Dom Pérignon Vintage 2009 si rivela estremamente coerente, con una potenza perfettamente contenuta. Si possono percepire molte sensazioni, come un lato salino, soffice, linfoso, amaro e come dei tocchi iodati.
  • Al momento della degustazione, si lasci stupire dalle note di pane tostato, nocciola, torrone, caramelle d'orzo e gelatina di frutta. Potrà inoltre percepire accenni di mele ancora sull'albero, fiori appena sbocciati, frutta matura e secca, mandorle, marzapane, pan di zenzero, spezie dolci e persino brioche e miele.

    Inconfondibile anche l'eccezionale freschezza al palato, grazie ai sapori ricchi e pungenti del limone e del pompelmo, esaltati dalla complessità di una bollicina fine ed elegante. Krug Grande Cuvée si contraddistingue per il suo elevato potenziale di invecchiamento.
  • Alla vista questo Blanc de Blancs si presenta giallo paglierino luminoso, dal perlage fine e persistente. All'olfatto sentori di agrumi e frutti esotici. Di buon corpo, morbido e al tempo stesso supportato da un’eccellente freschezza, chiude con un finale di ottima persistenza.
  • Alla vista si presenta con un color rosa salmone con riflessi ramati. All'olfatto vinoso e rotondo, su aromi finemente fruttati. Al palato eleganti profumi di lamponi, fragolini di bosco e petali di rosa.
  • Prodotto in promo!
    Giallo paglierino brillante con perlage fine e persistente. Delicato al naso, lascia percepire fragranze floreali e fruttate, seguite da lievi note di burro e vaniglia, e da sfumature agrumate. L’assaggio è fresco, rotondo e vinoso, ampio e vivace ma comunque equilibrato fino alla chiusura.